Assicurazione Chilometrica

L’assicurazione chilometrica è una polizza assicurativa a consumo, ovvero per la quale si paga in base a quanto si consuma. Infatti il fattore determinante per calcolare l’importo annuo da corrispondere alla compagnia assicurativa per la garanzia RC Auto prestata è il chiilometraggio percorso nell’arco dell’anno.

Quando stipuliamo un contratto di assicurazione chilometrica dunque dovremo fornire alla compagnia assicurativa una stima dei kilometri che andremo a percorrere nel corso dell’anno dell’anno a venire. Tale stima potremo realizzarla osservando i consumi dell’anno precedente o di più anni precedenti, aumentandoli o riducendoli in base alle previsioni per il prossimo anno. Per esempio, se l’anno precedente avessimo percorso 4000 chilometri e la sede del lavoro era a 20 chilometri da casa, ipotizzando fossimo abituati a raggiungere il lavoro in macchina, se nulla cambia possiamo prevedere un uguale consumo anche per l’anno a venire ma se la sede lavorativa si spostasse a 4 km da casa potremmo stimare un aumento di 800 km annui circa.

Spiegato tutto questo va detto che l’assicurazione chilometrica permette alla compagnia assicurativa di fornire una serie di servizi aggiuntivi molto interessanti tra i quali la geolocalizzazione dell’automezzo, rendendo così facile individuare e trovare la nostra macchina in caso di furto, l’invio di soccorsi o dell’assistenza stradale nei casi necessari anche senza una richiesta specifica da parte del cliente. Infine la compagnia assicurativa potrà analizzare il nostro stile di guida e così accedere a ulteriori scontistiche sul costo della polizza.

Diciamo ulteriori perché generalmente l’assicurazione chilometrica viene sottoscritta in quanto più economica rispetto alla polizza tradizionale. Infatti per tutti coloro che utilizzano l’auto in città o per brevi tragitti, pensiamo per esempio a molti lavoratori che si recano al lavoro utilizzando mezzi pubblici o ecologici come la bicicletta, questo tipo di polizza può consentire un notevole risparmio rispetto una polizza auto tradizionale.

Mediamente, se percorriamo meno di 5000 km annui, la polizza assicurativa chilometrica é sempre conveniente rispetto una tradizionale. Tra i 5000 km annui e i 10000 km annui  vanno valutate di caso in caso le proposte delle singole compagnie, a volte risultando convenienti altre volte no. Oltre i 10000 km annui generalmente é più conveniente la polizza assicurativa tradizionale.

Terminiamo dicendo che la compagnia assicurativa controllerà se rimarremo entro i limiti di chilometraggio stimati in sede di stipula del contratto assicurativo grazie a un impianto GPS che sarà fornito al cliente in comodato d’uso gratuito e sarà installato sull’auto del cliente gratuitamente. Tale impianto permetterà alla compagnia assicurativa di sapere esattamente quanti chilometri percorriamo con la nostra autovettura, eventuali superamenti del limite previsto verranno calcolati a parte con una piccola aggiunta al costo della polizza già pagato. Per questo, come abbiamo detto in apertura, la polizza assicurativa chilometrica si definisce a consumo, poiché si paga esattamente in base a quanto si consuma.