Assicurazione e Tacito Rinnovi

A partire dal 1 gennaio 2013 il tacito rinnovo è stato abolito per legge in tutti i contratti assicurativi, rendendo più flessibile il mercato assicurativo italiano. Vediamo quindi cosa era e come funzionava questa particolare clausola contrattuale per comprendere appieno i cambiamenti rispetto al passato.

Il tacito rinnovo della polizza assicurativa è stato per anni una delle clausole contrattuali applicate alle polizze RC Auto che più ha bloccato il mercato assicurativo in Italia. Con la clausola del tacito rinnovo, la polizza assicurativa auto, giunta alla sua naturale scadenza annua, veniva rinnovata per uguale periodo considerando il silenzio del cliente come un assenso al prolungamento della stessa. Del resto il cliente comunque avrebbe dovuto stipulare una polizza assicurativa, essendo la RC Auto obbligatoria se si desidera che il proprio autoveicolo continui a circolare o sostare in suolo pubblico, quindi se il cliente non manifestava nei tempi previsti dal contratto la volontà di avvalersi di altra compagnia, si intendeva che volesse rimanere con la compagnia che al momento possedeva.

Di fatto però ci si ricorda della polizza auto solamente quando giunge il momento di pagare, per questo chi non fosse fermamente intenzionato a cambiare di compagnia assicurativa spesso dimenticava di spedire la raccomandata di disdetta nei termini previsti dal contratto incappando dunque nel tacito rinnovo che diveniva quindi una specie di guinzaglio che legava i clienti alla compagnia assicurativa stessa.

Va detto che il tacito rinnovo non era affatto un male, ovvero il sistema del tacito rinnovo della polizza assicurativa garantiva il fatto che nessun automezzo potesse circolare senza polizza assicurativa per banale dimenticanza di rinnovare la polizza alla scadenza da parte del proprietario. Tuttavia va detto che anche nel sistema attuale, che prevede la libertà dell’assicurato di rivolgersi ad altre compagnie alla scadenza del termine della polizza, sarà difficile una dimenticanza totale, qualsiasi compagnia assicurativa  ha interesse a mantenere in essere le polizze RC Auto che già possiede dunque sarà la stessa compagnia assicurativa, nell’imminenza della scadenza, a contattare il cliente per proporre la sottoscrizione di una nuova polizza assicurativa, o del rinnovo della stessa.

A questo aggiungasi che per obbligo di legge, trenta giorni prima della scadenza della polizza assicurativa la compagnia dovrà comunicare al proprio assicurato la imminente scadenza allegando l’attestato di rischio per fare in modo che questi possa rivolgersi ad altre compagnie per effettuare nuovi preventivi rc auto.

Con l’abolizione del tacito rinnovo delle polizze assicurative non è quindi più necessario inviare una raccomandata quindici  giorni prima della scadenza del contratto di assicurazione per essere liberi di scegliere una compagnia assicurativa differente e non servirà fare proprio nulla in caso si volesse terminare il contratto senza rinnovarlo.